Petit Clergeot

Paul Clergeot è un ragazzo giovane ma con le idee ben chiare e soprattutto con la lungimiranza che si richiede in progetti come i suoi. In una zona che vede la sua ricchezza nel conferimento dell’uva, attività sicuramente meno faticosa di produrre Champagne, decide di andare contro le scelte dell’azienda familiare e del paese per seguire un suo percorso. La famiglia possiede ben otto ettari tre zone diverse : Polisot parcella di famiglia in una zona fredda ma in cui Paul crede molto, Le Commes parcella incastonata tra i boschi appartenuta al nonno, vigneto a 400 metri di altitudine che declivia verso valle e la parcella del famoso Montgueux su suolo gessoso e siliceo, zona molto vocata dell’Aube dove viene prodotto chardonnay. Per ora gli ettari vitati sono due perché, ci racconta, il suo sarà un percorso lento e ben sedimentato. Sarà una realtà che seguiremo da vicino in cui già crediamo molto. La conduzione dei due ettari è totalmente in biodinamica. Non potrebbe essere diversamente ci dice Paul.

Altri vini della stessa cantina